Giuseppe Annunziata: la rivoluzione fotografica parte da Napoli

Giuseppe Annunziata: la rivoluzione fotografica parte da Napoli – Imporsi a livelli altissimi, conquistare la fiducia di clienti, Vip e brand di prestigio sono il pane quotidiano e la mission di Giuseppe Annunziata Photographer. Il giovane professionista napoletano è sempre più alla ribalta nel panorama fotografico. Partendo dallo studio di Pomigliano d’Arco, Annunziata in pochi anni sta conquistando numerosi successi e riconoscimenti in Italia e anche all’estero. Professionalità e qualità sul lavoro, abbinate a sincerità e solarità in ogni progetto: ecco la ricetta di come rivoluzionare la fotografia a Napoli.

Giuseppe Annunziata ci accoglie nel suo splendido studio raccontandoci i segreti del mestiere.

Tutto è nato quasi per gioco. Era il 2017 quando acquistai una macchina fotografica per un viaggio a Barcellona. Tra le diverse foto che decisi di pubblicare sul mio profilo Instagram, una di queste attirò l’interesse di un locale che mi contattò per acquistarla. Quelle immagini sono servite poi per la loro pubblicità. Quando sono tornato, molti amici mi hanno così spinto ad intraprendere questa strada e concentrarmi sui matrimoni. Nel 2018 ho iniziato a fare un paio di eventi per arrivare a questo exploit. Ad oggi, nonostante la crisi dovuta alla pandemia, abbiamo oltre 150 matrimoni all’anno.

La cosa più bella è la soddisfazione delle nostre coppie quando vedono quel giorno portato in maniera fisica, cartacea. Ricordare quei momenti, quelle emozioni che trasmettono nuovamente anche a noi. E’ il settore che più mi piace perchè ho sempre voluto raccontare piuttosto che costruire. La base della nostra fotografia è quella del racconto. In un matrimonio la finzione è pari a zero e noi narriamo ogni dettaglio. Non facciamo mai foto in posa, questa tipologia la utilizziamo solo per videoclip dove, invece, si va a costruire tutto”.

Giuseppe Annunziata: la rivoluzione fotografica parte da Napoli. Stile naturale ed innovativo

Non ama i classici clichè. Quando domandiamo: quale è lo stile di Giuseppe Annunziata, lui con semplicità ci dice.

Io racconto quella che è la realtà, in maniera naturale. Non c’è uno stile in particolare. Perchè averlo nel matrimonio significa che devi comunque andare a costruire, e quindi ad alterare. Io racconto e penso di essere tra i pochissimi fotografi che sta cercando di rivoluzionare questo mondo. Tendenzialmente, infatti, agli sposi non piacciono più le foto in posa, ed io per questo ho sempre abbandonato l’idea di andare a creare qualcosa di costruito. Così come la post produzione. Noi lasciamo le foto in maniera naturale, non andiamo a proporre qualcosa di artefatto. Piuttosto, invece, a me piace molto il post wedding. In questo caso possiamo dedicare una foto artistica, con una luce differente. Ma nel giorno del matrimonio tutto deve essere il più naturale possibile”.

L’empatia e le emozioni con gli sposi

Un’empatia quella tra Giuseppe Annunziata e gli sposi che si crea e protae nel tempo. Una peculiarità questa che si instaura sin dal primo incontro, non facendo vivere con distacco il rapporto tra professionista e cliente.

Le coppie che varcano le porte dello studio e si siedono su questo divano entrano a far parte della nostra famiglia. Restiamo legati nel corso del tempo, anche dopo aver consegnato loro il lavoro. Ci piace andar via da un matrimonio ricordando anche i nomi di un nipotino, di una nonna. Insomma creare un rapporto importante. Perchè alla fine siamo noi a raccontare uno dei giorni più importanti della loro vita, entrando nell’intimità dei sentimenti. Considera che non prendiamo più di un limitato numero di matrimoni. Perchè non vogliamo creare questo lavoro come un supermercato. Bensì tutto deve essere sartoriale, cucito su misura per gli sposi. Inoltre ci tengo anche alle tempistiche. Consegniamo rapidamente il materiale: in due o al massimo tre mesi”.

Giuseppe Annunziata: la rivoluzione fotografica parte da Napoli, giuseppe annunziata, giuseppe annunziata photographer, giuseppe annunziata fotografo napoli, giuseppe annunziata fotografo wedding campania, wedding campania, matrimoni campania, sposi campania, fotografi napoli, fotografi campania

La passione di Giuseppe Annunziata, storia di un successo annunciato

Tutto è nato per gioco ci ha confessato Giuseppe Annunziata. Ma anche da una passione: quella per la fotografia aerea. E’ stato il primo dronista specializzato e qualificato ad aver conseguito il brevetto nel 2014. Fondatore, insieme al Professore Marco Facchini, di mLAB: un laboratorio all’Università Federico II di Napoli per la facoltà di Architettura.

Immaginare oggi un matrimonio senza il supporto del drone è quasi impossibile. Giuseppe Annunziata ci svela alcuni aneddoti.

“Personalmente in tal senso non do scelta alle coppie. Il drone c’è sempre. Solo io ed un’altra società in Campania abbiamo la certificazione Enac che permette di fare il sorvolo sulle persone, anche per operazioni critiche. Personalmente il drone serve per dare una prospettiva diversa, ma soprattutto nel video. Abbiamo così altri punti di vista perchè riesce a contestualizzare l’ambiente in cui ci troviamo: una chiesa o un ristorante. Ma il drone non cattura le emozioni delle persone. Quell’attimo vero che può essere un sorriso, uno sguardo. Un’esperienza questa che mi ha cambiato molto perchè da un’immagine totalmente asettica e tecnica sono passato ad una foto che è emozione allo stato puro. L’amore vero”.

Giuseppe Annunziata: la rivoluzione fotografica parte da Napoli. Il suo percorso e la formazione

Un percorso quello di Giuseppe Annunziata che potremmo definire all’inverso, rispetto agli standard tradizionali. Un’evoluzione questa che è anche un motivo di vanto. Perchè con grande umiltà e sincerità, il professionista napoletano ci racconta.

Io non ho mai studiato fotografia. Non ho mai fatto una gavetta con un altro fotografo. Piuttosto ho solo visto come lavorano. Questo secondo me è un grosso vantaggio, perchè abbiamo punti di vista totalmente differenti e non ci settoralizziamo. L’unico percorso specializzato che ho fatto è solo sulle luci da studio. Nel matrimonio non utilizzo mai luce artificiale, solo e soltanto quella naturale. Perchè la luce di quel giorno è la luce del loro matrimonio, altrimenti vado ad alterare quella che è la loro giornata, il loro racconto.

Giuseppe Annunziata: la rivoluzione fotografica parte da Napoli, giuseppe annunziata, giuseppe annunziata photographer, giuseppe annunziata fotografo napoli, giuseppe annunziata fotografo wedding campania, wedding campania, matrimoni campania, sposi campania, fotografi napoli, fotografi campania

Mentre in studio lavorando con molti brand e tante aziende, dallo still life al food e via dicendo, ho fatto dei corsi con Francesco Francia. Colui che considero il numero 1 in Italia e anche nel mondo, sulle luci da studio. Da lui ho imparato come allestire un set fotografico e tutte le tecniche di illuminazione”.

“Gli sposi scelgono noi se vogliono un servizio curato e di qualità”

Alla classica domanda perchè le future coppie debbano scegliere Giuseppe Annunziata Photographer, la risposta è semplice.

Gli sposi scelgono noi se vogliono un servizio curato nei minimi particolari e con qualità. Io non mi accontento mai. Cerco quotidianamente qualcosa di nuovo ed innovativo. Dallo scatolo alla carta, dal processo di stampa a quello di rilegatura. Tante piccole cose dove non andiamo a vedere il risparmio ma la qualità”.

Il segreto del successo è quello di spaziare su più ambiti, senza mai forzare il cliente e l’indole di ogni protagonista. Su questo aspetto Annunziata è esplicito: Penso che tutto quello che facciamo ci viene in maniera naturale. Sia a me che alle persone che collaborano, come la nostra Susy Iovino. Quando cerchi di forzare, il risultato non è mai quello che tu speri.

Giuseppe Annunziata: la rivoluzione fotografica parte da Napoli, giuseppe annunziata, giuseppe annunziata photographer, giuseppe annunziata fotografo napoli, giuseppe annunziata fotografo wedding campania, wedding campania, matrimoni campania, sposi campania, fotografi napoli, fotografi campania

Sogni nel cassetto? Diciamo che preferisco darmi sempre obiettivi giornalieri. Quando andiamo a realizzare qualcosa, mi sveglio la mattina ed ho una lavagnetta in mente dove scrivo: oggi dobbiamo fare questo. A fine serata, se non ho raggiunto l’obiettivo significa che si deve lavorare ancora di più. Se l’ho raggiunto, invece, il giorno dopo ci diamo un nuovo obiettivo. I miei sogni lavorativamente sono giornalieri”.

Il rapporto e il connubio con personaggi dello spettacolo ed artisti

Infine non possiamo che chiudere sul rapporto speciale che Giuseppe Annunziata negli anni ha consolidato con numerosi personaggi dello spettacolo.

“In questo settore ci siamo trovati strada facendo. Abbiamo tante collaborazioni con artisti napoletani, campani e nazionali. Prima della pandemia spesso lavoravamo anche fuori dall’Italia. Abbiamo la fortuna di collaborare con brand di successo e conoscendo questi personaggi dello spettacolo subito è nato un bel feeling. Poi c’è stato un passaparola ed oggi sia per videoclip che per le foto si rivolgono a noi. Come per il grande Claudio Lippi che vuole necessariamente che la parte fotografica di ogni suo programma sia curato da me. Sono inoltre lusingato che grandi colossi vengono da noi. Questo vuol dire che forse stiamo lavorando bene”.

Domenico Zappella (Fondatore SposIn Campania)

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Info

Telefono

Via Felice Pirozzi 1, Pomigliano D'Arco (NA)

Richiedi più info

Nome
Email*
Telefono
Messaggio