Alla scoperta del Sunshine State: acqua cristallina e divertimento sfrenato

Alla scoperta del Sunshine State: acqua cristallina e divertimento sfrenato
Un viaggio di nozze tra relax ed avventura
Se state cercando una luna di miele in cui rilassarvi e divertirvi, un giro della Florida è quello che fa per voi. Alla scoperta del Sunshine State, si parte.

Prima di tutto però, conviene iniziare con una premessa: è altamente sconsigliato recarsi in Florida tra agosto e novembre, dato che è il periodo in cui le piogge si fanno più intense e più abbondanti. Il periodo migliore per visitarla va infatti da dicembre ad aprile, quando le precipitazioni sono scarse e il clima non è ancora troppo afoso.

Detto questo, entriamo nel vivo del viaggio.

Sposincampania si va a Miami

La prima tappa di questo viaggio è Miami, la capitale del Sunshine State, una città ricca di vita e di attrazioni.

Bisogna tenere presente che Miami si divide in due zone principali: Miami Beach e Miami città.

Miami Beach è una lunga e stretta isola collegata da ponti alla terraferma compresa tra la baia di Biscayne e l’oceano ed è a sua volta divisa in South Beach, Central Beach e North Beach.

La più famosa di tutte, a livello turistico, è South Beach: con il passare degli anni, questo quartiere  è diventato un distretto raffinato e alla moda. Qui possiamo trovare un lungomare costellato di palme, alberghi, musei, negozi, locali in grado di soddisfare tutti i gusti.

La strada più famosa di South Beach è Ocean Drive, lungo la quale è possibile ammirare 16 chilometri di spiagge bianche e molto ampie, passeggiando sotto le palme del Lummus Park. Una splendida area verde che costeggia la strada e si frappone tra essa e l’oceano.

Lungo questa strada si trovano anche i raffinati edifici in Art Deco, che presentano motivi geometrici, simboli nautici, soli e fenicotteri, con colori pastello.

Una buona idea per smaltire tutto ciò che si è mangiato durante il matrimonio

Una delle cose che vi capiterà di notare passeggiando sul lungomare, (che qui in Europa è un po’ inusuale), è vedere che una parte di ogni spiaggia è adibita a spazio di allenamento. Infatti, durante tutto il giorno troverete uomini e donne di tutte le età con fisici da urlo, nel pieno del loro work out quotidiano.

A parte questa attività, sulle spiagge di Miami è possibile prendere il sole, giocare a beach volley e, soprattutto, è possibile sentirsi un po’ Bay Watch. Riparandosi all’ombra di uno dei tanti casottini dei guardaspiaggia disseminati lungo tutto il litorale, infatti, vi sembrerà di essere proprio nella famosa sitcom.

posi in Campania Alla scoperta del Sunshine State

Tutto il paesaggio è ovviamente puntellato di numerosissime palme e luminose e sgargianti facciate di lussuosi hotel.

Viaggio di nozze e viaggio di notte !

Quando scende la notte, in tutte le strade si possono trovare ristoranti, bar e locali che si animano di musica latina, balli sfrenati e personaggi tra i più disparati.

Se siete tipi da festa, non potete perdervi il Mango’s Tropical Caféun locale con esibizioni dal vivo di ballerini, musicisti, dj e cabarettisti. Ritmi che spaziano dalla samba alla salsa, dalla bachata alla danza del ventre fino ad arrivare alla musica disco.

Molto particolare è anche il Drinkhouse Fire & Ice Bar, un locale interamente fatto di ghiaccio, compresi arredi, sculture e bicchieri.

Le Florida Keys: location di un viaggio da sogno

Oltre alle spiagge situate lungo il litorale di South Beach, molto turistiche e molto affollate, meritano una menzione speciale le Florida Keys. Un arcipelago di minuscole isole di sabbia bianca e acqua cristallina che si estende dall’estremità continentale degli Stati Uniti fino al Golfo del Messico. Sono lunghe 160 chilometri e si concludono a Key West, a soli 153 chilometri da Cuba.

La prima delle Keys è situata a sud di Miami Beach e può essere raggiunta percorrendo per sei chilometri il ponte panoramico di Rickenbacker Causeway.

Stiamo parlando di Key Biscayne, situata a sud di South Beach.

Un’attrazione caratteristica di Key Biscayne è il Crandon Park Beach, una spiaggia di sabbia bianca e acqua cristallina disseminata di dune, palme e mangrovie che un tempo era una piantagione di cocco.

Scendendo verso l’estremità sud di Key Biscayne si incontra il secondo parco dell’isola, ovvero il Bill Baggs Cape Florida State Park. Un paradiso naturale dal valore storico, dato che è stata terreno di battaglia per le guerre tra indiani d’America e coloni.

É possibile passeggiare sulla spiaggia di sabbia bianca e raggiungere il Cape Florida Light.  Questo enorme faro serviva a guidare le imbarcazioni attraverso la Florida Reef. Salendovi in cima si può ammirare una splendida vista sull’intera baia e su Downtown Miami.

Sposi in Campania faro del sunlight state

Non lontano dal faro si trova anche il cottage del guardiano del faro, oggi trasformato in un museo. Gli arredi sono una fedele ricostruzione di quanto c’era all’interno della casa in origine, dal momento che essi sono andati distrutti nel 1936.

Se avete la possibilità, prendetevi qualche momento per ammirare l’oceano dalle due sedie a dondolo che si trovano sotto al porticato: non ve ne pentirete, soprattutto al tramonto!

Alla scoperta delle Sunshine State attraverso la Overseas Highway

Per quanto riguarda le altre isole dell’arcipelago, è possibile raggiungerle percorrendo una strada panoramica mozzafiato, la Overseas Highway. Questa permette di ammirare scorci panoramici sul mare e la vecchia ferrovia dismessa che un tempo arrivava fino a Key West.

Sposi in Campania overseas view del sunlight state

Grazie proprio alla bellezza di questa strada, che attraversa letteralmente l’oceano, le Keys sono famose per avere alcuni dei tramonti più belli del mondo.

La prima della Keys situata lungo questa strada è Key Largo, famosa per la John Pennekamp Coral Reef State Park, una barriera corallina che si estende per ben 78 miglia quadrate.

posi in Campania Alla scoperta del Sunshine State

Luna di miele avventurosa

Proseguendo verso sud, si incontra Islamorada, in cui è possibile farsi un bagno nelle meravigliose acque di Anne’s Beach. Particolare è anche visitare il caratteristico villaggio di artigiani di Rain Barrel Village.

Riprendendo la strada, si arriva alle Middle Keys, ovvero la parte centrale dell’arcipelago, a cui si accede attraverso il Long Key Bridge.

Dall’altra parte del ponte si trova Key Vaca, che detiene il primato della cittadina più grande della zona, vale a dire Marathon. Qui è possibile fare snorkeling nella barriera corallina, rilassarsi sulla spiaggia o nuotare con i delfini nel Dolphin Research Center.

Arrivando alle Lower Keys, si incontra la striscia di sabbia bianca più famosa di tutte le Keys, bagnata da acqua cristallina di due tonalità diverse di blu.

Infatti, lontana dal circuito del turismo di massa, la piccola isola di Bahia Honda Key si estende per poco più di due chilometri e regala acque turchesi, barriera corallina, palme ondeggianti e una fitta vegetazione.

Rotolando verso Sud: Key West

Infine, l’isola più a sud delle Keys, nonché il punto più a sud della Florida, è Key West.

Soprannominata dai primi coloni spagnoli Isola delle Ossa, dato che era il cimitero delle popolazioni indigene che abitavano quest’area prima dell’arrivo degli europei. Key West è un vero e proprio paradiso tropicale che, oltre ad offrire spiagge bianche ed acqua cristallina, offre anche musei, fortezze e parchi.

L’isola presenta ancora tracce del passaggio dei personaggi famosi che nel corso degli anni hanno deciso di eleggerla come luogo di residenza, come Ernest Hemingway e Harry S. Truman. Ad esempio, sull’isola sono presenti lo Sleepy Joe’s, il locale in cui Hemingway amava intrattenersi e la casa che utilizzava come residenza, che oggi è stata trasformata in un museo ed è una delle attrazioni principali dell’isola.

L’attrazione più famosa di Key West, però, è il Southernmost Point, l’enorme boa che segna il punto più meridionale degli Stati Uniti. In questo luogo colpito con forza dalle onde finisce lo Stato della Florida e inizia il deserto dei Caraibi.

Sposi in Campania - Southernmost Point sunshine state

Lo spettacolo ed il romanticismo del tramonto

Infine, a Mallory Square, ogni sera prima del tramonto, si tiene la Sunset Celebration: iniziata nel 1960, questa tradizione prevede, circa due ore prima del tramonto del sole, le persone si radunino qui per ammirare lo spettacolo del tramonto. Ma non solo! Sono, infatti, molto frequenti le mostre d’arte, le performance di numerosi artisti, giocolieri e musicisti ed è anche possibile degustare i prodotti tipici dell’isola.

Dopo avere visitato la città, non vi resta che rilassarvi e godervi uno dei tramonti più belli che vi capiterà mai di vedere in tutto il mondo!

Il nostro giro delle Keys finisce qui, ma nel prossimo articolo potrete scoprire cosa vi riserva questo itinerario per la vostra luna di miele.

di Virginia Ciabatti

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram